Crostatine senza glutine della Alimenta2000

Cari amici, perdonate la mia assenza ma nella mia vita sono successe un sacco di novità. Primo tra tutto il mio trasferimento a Milano per un’occasione lavorativa molto importante,che mi prende davvero tutta la giornata. Quindi ahimè, non potrò più essere presente come prima anche se cercherò di organizzarmi..

Prima dei repentini cambiamenti ho avuto l’opportunità di collaborare con Alimenta2000, un’azienda che si dedica al senza glutine con molta trasparenza e dedizione.Ho avuto il piacere di ‘conoscerla’ tramite i social. Tra le prime godurie assaggiate: le crostatine

crostatine-senzaglutine-alimenta2000-glutenfree4you IMG_0970Trovo già dalle foto siano particolarmente belle. Ma non solo,sono davvero molto buone. Sono croccanti, non si sbriciolano e sono corpose. Mangiarle mi dà davvero soddisfazione, le adoro soprattutto perchè sono le prime crostatine della mia vita che hanno una farcitura goduriosa e abbondante: ogni morso è accompagnato da una giusta dose di farcia.
crostatine-senzaglutine-glutenfree4youLa mia famiglia glutinosa sostiene siano le migliori crostatine glutenfree mai mangiate fino adesso.

Voi conoscete ALIMENTA2000?Quali sono le crostatine migliori senza glutine mangiate?

Annunci

Gocciolotti al cioccolato della Nutrifree

Ormai cari amici, iniziate a conoscermi sempre più e avrete capito che sono una golosona di dolci. I dolci e la cioccolata sono per me una salvezza in ogni momento di stanchezza o tristezza.
Così, spinta dall’ottima qualità dei gocciolotti ‘dolce frolla’ della Nutrifree ho comprato i gocciolotti al cioccolato (400gr/ 5,10 euro).
imageParto con l’esprimere un’opinione del tutto positiva sulla crescita dell’industria Nutrifree. Dopo tanti anni ho abbandonato il pangrattato della Schar iniziando a preferire quello della Nutrifree decisamente più croccante: ai commensali non celiaci piace un sacco. Inoltre, i loro prezzi sono davvero concorrenziali. Lo so, per un pacco di biscotti spendere 5,10 euro è un’esagerazione, ma pensiamo ad altri tipi di biscotti per il quale paghiamo 4,90 euro per soli 250gr di prodotto. Quindi amici, facciamo un ragionamento basandoci su quantità,qualità e prezzo. Cosi facendo credo proprio che la Nutrifree non abbia rivali. Inoltre, è una delle poche marche che si sta occupando sempre più di eliminare l’olio di palma e questo prodotto che vi sto recensendo è un valido esempio.

Nonostante l’assenza dell’olio di palma questi biscotti senza glutine hanno una giusta consistenza: compatti al tatto, fragili una volta assaggiati. Adoro quando al primo morso esplodono in bocca un sacco di gocce di cioccolato. Oserei dire che mangiarle è un’esperienza dall’inizio alla fine. L’esperienza è dovuta, dalla doppia consistenza del biscotto, fragile e croccante con le gocce al suo interno, e dal gusto, cacao e cioccolato.
Li trovo perfetti anche immersi nel latte, quest’ultimo smorza un pò il gusto molto cioccolatoso.
E’ un prodotto che è piaciuto molto anche ai familiari glutinosi ed è un prodotto che ho già ricomprato.

Voi cosa pensate di questi biscotti?Quali sono i vostri preferiti? Li comprereste?
Date il via ai vostri commenti.
#ditelavostra #condividete

Paccheri senza glutine

Oggi vi parlo di una pasta che ho atteso per molto tempo. Ho scoperto questa marca (LT Africa teff) grazie ad alcuni blog dedicati al senza glutine e ai formati introvabili nel mondo glutenfree.
Era oltre 12 anni che non mangiavamo paccheri e vederli tra i miei commensali mi ha fatto venire una voglia da diventarne matta. Così, ho chiesto al punto vendita, dove faccio la spesa, se poteva prendermi questo tipo di pasta e cosi è stato.
imageÈ una pasta a dir poco eccellente. Il gusto è ottimo. Credo proprio sia il poco famoso cereale teff a rendere questa pasta perfetta. Per quel che riguarda la cottura c’è da stare attenti io la scolo a 8 minuti, quindi non rispetto i 9-11 minuti scritti sulla confezione. È un tipo di pasta che si fa pagare  (4.05 una confezione da 250gr), ma è diventata la pasta speciale della domenica, quella da condire con i ragù di carne che hanno bisogno di lente e lunghe cottura. Nonostante il prezzo, è un tipo di pasta che ricomprerò, almeno fin quando non troverò paccheri migliori.

La vostra pasta preferita qual è? Il formato che vi manca di più? La vostra marca preferita? Fatemi sapere nei commenti qui sotto!
#ditelavostra #condividete

Pain Briochè Schar

Cari amici,
perdonate la mia assenza! Purtroppo faccio parte dei neolaureati disoccupati che ha dato la propria disponibilità per un contratto a chiamata. Questo contratto a chiamata è il più inconsueto che mi sia mai capitato: chiamano 30 minuti o un’ora prima dalla presenza di lavoro nel punto vendita.
Così facendo, non sono riuscita ad organizzare i tanti post previsti per voi.
Non solo, la fortuna ha voluto mi si rompessero alcuni tasti del pc, e non vi sto quindi a raccontare in che condizioni scrivo i post per voi.

Ma tralasciando le vicissitudini lavorative e le condizioni di scrittura, oggi vi parlo di un prodotto accennato già in un post passato nel quale vi parlavo della promozione Schar: Pain Briochè!
Con tutta sincerità ho acquistato questo prodotto solo perché doveva essere incluso per ottenere in gadget in regalo.
Ma una volta acquistato potevo mai non provarlo?
painbriochè-schar-glutenfree4youEccola qua la fettona di Pain Briochè con uno strato di Nutella sopra.
Amici, non potete capire la bontà di questo prodotto, mi piace in tutti i suoi aspetti: trovo comodo che sia già tagliato, è umido all’interno, compatto, non si sbriciola appena ci spalmi sopra qualsiasi cosa vogliate.
L’unica nota negativa è il packaging: è molto scomoda la confezione, non ha una chiusura ermetica e una volta aperto è impossibile richiuderlo se non con lo scotch. Nonostante questo, a distanza di giorni non si secca minimamente.
painbiochè-schar-glutenfree4youIo ho amato questo prodotto e lo ricomprerò sicuramente.

Ora sta a voi: commentate i vostri Pan Briochè preferiti, fatemi sapere se avete provato mai questo prodotto e se lo comprereste mai.
#ditelavostra #condividete

Un saluto e buon inizio Maggio

Nuova Pizza Senza Glutine in Commercio

Vi ricordate il mio post dedicato alle pizze senza glutine? In passato ne ho assaggiate molte e nel post vi ho svelato qual è la mia preferita. Nonostante questo sono andata avanti con l’assaggio di una nuova pizza glutenfree in commercio che ho trovato al ‘prezzo lancio’ di 5.80 euro.
celiacom-pizzasenzaglutine-glutenfree4youpizzasenzaglutine-glutenfree4youLa pizza è molto grande (350gr) ma già quando l’ho spacchettata l’ho vista un pò bruciacchiata nei bordi. Tutto sommato, non è una brutta pizza, il gusto dell’impasto è buono anche se infondo si sente la nota amarognola delle parti bruciate.
celiacom-pizzasenzaglutine-glutenfree4you pizzasenzaglutine-celiacom-glutenfree4youPurtroppo, come molte volte accade la qualità del condimento rovina un pò il sapore. In foto la vedrete condita con rosmarino e olio, aggiunto da me, trovo dia un gusto in più alle pizze. Nonostante questo la passata di pomodoro non mi è piaciuta. Non è dolce e anch’essa è amarognola. Il formaggio non sà di niente e non dà quel tocco in più.

Quindi, la mia preferita rimane quella di mesi fa, la stessa che ricompro da quando l’ho scoperta.

Ed ora sta a voi: ditemi nei commenti qual è la vostra pizza preferita o l’impasto che utilizzate per fare una buona pizza senza glutine.

#ditelavostra #condividete #informate

Strudel salato senza glutine con Millefoglie DS

Per tanto tempo ho visto e desiderato di comprare questo prodotto. Ma a seguito di alcune recensioni negative ho sempre rimandato l’acquisto fino a che un giorno ho desiderato fare uno strudel salato senza glutine. I miei amici glutinosi ne parlavano sempre, ed io non avevo mai assaggiato né strudel né torte salate. Quindi mi sono detta: perchè non provare?
Le aspettative erano così basse che non ho fotografato tutto il procedimento, ma solo il risultato finale.

Come ingredienti ho utilizzato:
– funghi champignon
– galbanino
– prosciutto crudo
– aglio
– olio
– sale e pepe
– un tuorlo
Procedimento: Ho saltato in padella i funghi con un pò di aglio e olio. Li ho salati e a fine cottura li ho fatti raffreddare. In una ciotola ho messo i funghi, il galbanino tagliato a cubetti, il prosciutto e li ho amalgamati con un pò di pepe.
La millefoglie Ds l’ho scongelata per tre ore, l’ho distesa, farcita e chiusa a forma di strudel. Una volta chiusa, l’ho spennellata con il tuorlo d’uovo, bucherellato la superficie e messo in forno a 180° (forno ventilato) per 25 minuti.

RISULTATO?
millefoglieDS-glutenfree4youSiete curiosi dell’interno?

millefoglieDS-glutenfree4youPremetto che è l’inizio dello strudel, nel quale c’era poco condimento rispetto alla parte centrale. Ma una volta assaggiato, in pochi minuti io e la mia famiglia glutinosa ce lo siamo divorato!
Il risultato è stato strepitoso!
Come letto nelle recensioni negative, è vero che la millefoglie DS in cottura rilascia molto olio, per queste ragioni vi consiglio di fare come abbiamo fatto noi: una volta terminata la cottura, ci sarà ancora dell’olio sulla teglia, ma non preoccupatevi basterà avvolgere lo strudel con carta assorbente come lo scottex. Cosi facendo toglierete tutto l’eccesso di olio.
In conclusione, le uniche pecche sono: l’olio in eccesso che rilascia in cottura ed il fatto che 250gr sono davvero troppo pochi per un quartetto che ha divorato lo strudel in poco tempo! Diciamo che ci è bastato come antipasto.
La mia famiglia glutinosa mi ha già incentivato per la prossima volta a farne almeno due per volta..e così sarà!
Ultimo consiglio: tre ore non bastano per scongelare la millefoglie. Facendo così, una volta sdrotolata si è rotta. La prossima volta la farò scongelare in frigo per tutta la notte.

Cosa ne pensate? Vi è piaciuto il risultato? Comprereste questa millefoglie? Consigli per il prossimo strudel?
#ditelavostra  #condividete

Marble Cake della Schar

Vi ricordate quanto ho adorato la Lemon Cake? Tanto da ricomprarla già per la terza volta?
Oggi vi parlo di sua ‘sorella’, stessa confezione, stesso prezzo..Ma il gusto? Quale preferisco?
marblecake-schar-glutenfree4youNon c’è assolutamente paragone per me. La Lemon cake batte di gran lunga sua sorella. La Marble cake la trovo troppo asciutta ed il sapore non è per niente accattivante ne coinvolgente. Mia mamma, che ricordo non è celiaca, ha espresso il mio stesso parere, con la differenza che la parte al cacao non le è dispiaciuta per niente tanto da aver pensato:”Fosse stata tutta al cacao sarebbe stata perfetta!”.
marblecake-schar-glutenfree4you mareblecake-schar-glutenfree4youNoi l’abbiamo comunque finita, quindi non ha un brutto gusto, ma dopo la Lemon Cake le aspettative erano tante.
In conclusione: la Lemon Cake verrà sicuramente ricomprata, la Marble Cake no!

Voi le avete provate? Qual è la vostra preferita? Lemon Cake o Marble Cake? Preferite altre marche?
#ditelavostra #condividete

Delizia di quinoa con crema al cacao della Probios

Lo ammetto, sono fissata con le barrette! E’ un’amore incondizionato..Le trovo utili da portare in borsa, comodi per uno snack veloce, ed ottime anche solo da accompagnare ad una tazza di caffè.
Dopo i post sui Chocolix della Schar e le Comete Snack della Giusto, oggi vi propongo le barrette della Probios, della linea ‘altri cereali‘.
probios-senzaglutine-glutenfree4youHo acquistato la confezione di 180gr (30gx6) al prezzo di 4,30 euro.
Queste barrette senza glutine mi piacciono molto. Sono diverse dalle altre in quanto sono un giusto connubio tra il biscotto e la crema di cacao. Quest’ultima è eccezionale: non è burrosa ma è comunque compatta, morbida ed il gusto di nocciola la rende ottima.
probios-senzaglutine-glutenfree4youIl biscotto, non è molto compatto, potrebbe sbriciolarsi se non si conserva con cura, ma una volta stati attenti e superato questo step il risultato è ottimo.
Questa marca mi sta sempre più conquistando: i prodotti sono ottimi (ricordo i miei plumcake preferiti che continuo a ricomprare)e bio. Altra cosa da ricordare, i prezzi rientrano nel range dei prezzi dei prodotti senza glutine.

Finalmente, dopo due bocciature nelle ultime review, una promozione a pieni voti.

E voi?Siete anche voi affascinati dalle barrette? Le mettete in borsa per ogni evenienza? Provate queste barrette?Altre? Conoscete questa marca?
#ditelavostra #condividete

Comete Snack Giusto Giuliani

Oggi vi recensisco una delle ultime novità che ha entusiasmato molti di noi celiaci: Comete Snack! Queste barrette di riso soffiato al cacao ricordano le recenti barrette Pan di Stelle!
pandistelle-glutenfree4youEccoli qua i nostri nemici glutinosi!
La Giusto però è stata davvero a passo con i tempi ed ecco che ha realizzato per noi qualcosa di estremamente simile:
cometesnack-giustogiuliani-glutenfree4youQuesti invece sono gluten free!Belli vero?
cometesnack-giustogiuliani-glutenfree4youPurtroppo per i miei gusti non sono buoni quanto belli!
Trovo non abbiano un gusto equilibrato: troppo riso e troppo cioccolato!Le stelline sono fatte con pasta di zucchero ed hanno un leggerissimo gusto vanigliato che non bilancia il sapore.
Li troverete in una confezione da 120gr (6x20gr) ad un prezzo di 4,70 euro.
Io onestamente non li ricomprerò anche se conosco chi ne è rimasto soddisfatto.

E voi?Li avete acquistati? Soddisfatti o no? Li ricomprereste?
#ditelavostra

Recensione del pane senza glutine in commercio

Eccoci a parlare di uno dei tasti dolenti per un celiaco: il pane senza glutine.
Io ormai, da molti anni, essendo incapace a farmi del buon pane con le mie mani, compro le rosette senza glutine della Ds.
paneds
Le trovo in quasi tutti i supermercati nei reparti dei surgelati. Trovo abbiano una buona consistenza. Se voglio un pane morbido lo faccio scongelare  per un paio d’ore e successivamente lo riscaldo in forno. Se invece lo preferisco croccante lo metto in forno dopo pochi minuti dall’uscita del freezer.
La DS e la Schar dovrebbero essere lo stesso marchio, ma le rosette della Schar le trovo decisamente differenti. Sono mangiabili solo ed esclusivamente calde, dopo un’oretta si seccano all’interno.
Quelle della DS invece, le farcivo la mattina alle 7 e me le portavo all’Università per pranzo: fino all’una, e oltre, mantenevano la giusta umidità all’interno.

Per quel che riguarda il pane confezionato, di quelli che si mantengono a temperatura ambiente non me ne è mai piaciuto nessuno.
Recentemente però ho trovato del pane senza glutine in offerta della Nutrifree. Questa marca stupisce sempre più. Trovo sia molto migliorata. Quindi mi sono detta: perchè non dargli una chance?
panesenzaglutine-nutrifree-glutenfree4youMai scelta fu così sbagliata. L’unica cosa di buono che ha questo pane è l’odore. E’ asciutto e pastoso. La mollica all’interno rimane troppo compatta. Inoltre, lo trovo troppo salato.
panesenzaglutine-nutrifree-glutenfree4youPremetto che l’ho scaldato nel forno come scritto sul retro della confezione.
Non ricomprerò questo prodotto per niente al mondo. Non l’ho neanche finito di mangiare.

Ora chiedo a voi: lo avete assaggiato? vi è piaciuto? quale pane senza glutine mangiate? ricette da consigliarmi?
#ditelavostra